Sori

    Feed has no items.

Il borgo di Sori si sviluppa in un insenatura naturale alla foce del torrente omonimo addentrandosi nella valle fino a raggiungere le montagne della Valfontanabuona. Alcuni fanno risalire il suo nome alla parola greca “soros” che significa avello, alludendo alla sua morfologia stretta ed allungata cinta dai fianchi della colline, altri credono invece che Sori derivi dal nome del suo torrente.
L’insediamento originario si trovava sul Monte Canepa in località Case Bruciate, dove la sua lontananza dal mare metteva al riparo la popolazione dalle scorrerie dei temibili pirati saraceni che imperversavano in quel periodo.
Sotto la giurisdizione dei Vescovi Ambrosiani (di Milano) durante il X secolo, nel 1190 Sori passò sotto l’ala protettrice della Repubblica di Genova, fatto che spinse la sua gente a ripopolare il litorale abbandonato per molti secoli. Purtroppo del suo antico Hospitale eretto sulle alture per i pellegrini diretti a Roma e a Santiago de Compostela, non restano che poche tracce, e nulla delle mura della cittadella medievale o delle Torri cinquecentesche che si stagliavano rispettivamente a est e a ovest del litorale. Il tempo ha risparmiato solo la Torre di Sant’Apollinare a pianta quadrata.
Nel passato la città  debbe la sua fortuna alla manifattura dei preziosi velluti e damaschi grazie ai quali prosperò per molti secoli, oltre che all’industria cantieristica marinara, che fornì imbarcazioni per le crociate alla Repubblica di Genova. Sotto i Savoia Sori fu elevata a Comune (1815) e vide la costruzione della odierna via Aurelia. Nel 1885 era ancora fiorente la marineria ed in special modo la cantieristica: 30 dei suoi velieri collegavano il mediterraneo con i mari del sud America.
Con l’invenzione dei battelli a vapore la cantieristica decadde e nacquero altre industrie, fra le quali una fonderia di ghisa. Dopo le privazioni e la devastazioni della seconda guerra mondiale Sori ha sviluppato l’industria turistica che nonostante il calo degli ultimi decenni, ha ancora molto da offrire, a partire dalla sua ampia spiaggia che abbraccia nella sua lunghezza tutta l’insenatura, la sua bellissima passeggiata a mare, gli scorci panoramici che si possono ammirare dal fondovalle, le sue frazioni, immerse nel verde, che si spingono fino alla Valfontanabuona, e le sue strutture ricettive fra cui le osterie e ristoranti.

GRAFICENTER SRL P.I.: 01713530994 16121 VIA LANFRANCONI 5/9 D GENOVA Telefono:010 8696670 fax:010 8696674