Nervi

farmacia campart genova nervi

FARMACIA CAMPART vedi la scheda reazionale

Nervi è una delegazione residenziale all’estrema periferia orientale di Genova.

Dispone di un piccolo porto turistico, di una lunga scogliera sulla quale è stata costruita la lunga passeggiata intitolata ad Anita Garibaldi.

Nel film Palombella rossa di Nanni Moretti si vede il protagonista in giovane età  che lungo la passeggiata a mare di Nervi porta la sacca con l’occorrente per giocare a pallanuoto nella piscina collocata nel piccolo porto.

Le alture a ridosso del mare garantiscono a Nervi un clima particolarmente gradevole. Nelle giornate invernali è possibile che la temperatura a Nervi sia superiore anche di 10 gradi rispetto alla temperatura presente nel resto di Genova.

Tuttavia dai dati raccolti in molti anni è emerso che, dopo Ospedaletti, e ancor prima di Nervi il clima pi๠mite del genovesato e dell’intera Liguria è quello di Pegli.

L’origine della località , secondo diversi autori, si deve ad una colonia di celti che vi si stabilirono. L’ipotesi è avvalorata dal motto “NEAR AV INN” presente sullo stemma nerviese, che significherebbe “Luogo vicino al mare” e la cui storpiatura ha poi dato luogo all’attuale nome.

Un’altra ipotesi si basa sulla scritta in arvis (nei campi) che compare su una pietra miliare romana. Secondo questa teoria il nome della cittadina deriva dalla storpiatura della frase.

Il nome Nervi potrebbe derivare anche dall’ imperatore romano Marco Cocceio Nerva, che sarebbe stato dedicato in suo onore da un drappello di soldati a lui fedele che trovarono rifugio nel borgo.

La chiesa di San Siro (chiesa Plebana): è la prima chiesa parrocchiale di Nervi, che dell’epoca medioevale conserva il titolo di “Plebana” e la facciata di dimensioni minori rispetto alle attuali, riscoperta in recenti restauri e lasciata in evidenza con le pietre a conci di grossa dimensione. All’interno opere scultoree del periodo neoclassico di vari artisti genovesi, legati all’Accademia Ligustica di Belle Arti, tra i quali gli scultori Pasquale Bocciardo e Bernardo Mantero.

La torre Gropallo: realizzata nella seconda metà  del Cinquecento dopo la pesante incursione del corsaro turco Dragut (Thorgut, Turgut), prende il nome attuale dal fatto di essere stata collegata al parco Gropallo nell’Ottocento. Si trova lungo la passeggiata a mare Anita Garibaldi.

Il castello di Nervi: Costruito a protezione dell’approdo, attuale porticciolo alla foce del torrente Nervi, dove inizia la passeggiata a mare Anita Garibaldi (vedi oltre, passeggiata Anita Garibaldi, torre Gropallo).

Villa Gnecco, si trova sul torrente Nervi, poco sopra il tratto attraversato dal ponte storico di Nervi. Costruita nel XVIII secolo, ha la caratteristica struttura a angoli rinforzati a corpi angolari avanzati, alla maniera delle fortificazioni, che racchiudono la loggia a tre arcate al centro.

Villa Luxoro: all’estremità  di Levante del Sestiere, realizzata all’inizio del Novecento, sede oggi di un museo che ospita le ricche collezioni di quadri e antiquariato dei proprietari, con le successive aggiunte. In essa sono alcune note tele di Alessandro Magnasco. Il parco si affaccia sulla scogliera a picco sul mare

Inseriti nel contesto urbano della delegazione si trovano i tre parchi conosciuti comunemente come Parchi di Nervi, nei cui due teatri allestiti all’aperto si è spesso tenuto un importante festival estivo del balletto e la manifestazione estiva Cinema nel Roseto.

Lungo la passeggita Anita Garibaldi si trova la torre Gropallo (dal nome del marchese Gaetano Gropallo che l’acquistಠa metà  del XIX secolo) nota anche come “torre del fieno”, per via del fieno bagnato che veniva bruciato sulla parte superiore della torre per produrre fumo e segnalare pericoli.

La costruzione della torre è risalente alla metà  del cinquecento, ma negli anni è stata modificata e restaurata pi๠volte. Nel 1936 la torre venne acquistata dal comune di Genova, e successivamente ospitಠla sede della Lega navale italiana e la sezione di Nervi dell’Associazione Nazionale Alpini (presente ancora oggi).

La passeggiata venne costruita in due tempi dal marchese Gropallo, la prima parte nel 1862, per collegare il porticciolo con la torre Gropallo, la seconda nel 1872 per collegare via Serra Gropallo (la stada che attraversa i parchi) con la zona di Capolungo, ma sembra che lungo il percorso della passeggiata esistesse fin dalla prima metà  del XIX secolo un piccolo sentiero, usato principalmente dai pescatori e contadini del luogo.

La passeggiata prevede diversi accessi (di cui alcuni chiusi per motivi di sicurezza) alla scogliera sottostante, che durante i mesi estivi è intensamente frequentata da bagnanti e da qualche pescatore.

Nervi è interessata da due autolinee interne, la circolare 517 e la linea 516 per la frazione di Sant’Ilario. Il quartiere è inoltre collegato al centro di Genova tramite le linee 15 e 17, la linea serale 607 e la notturna N2, che fanno capolinea nella delegazione. Tutte le autolinee urbane sono gestite dall’AMT. Un altro importante collegamento è rappresentato dalla ferrovia; la stazione di Genova Nervi è servita da tutti i Regionali, Diretti ed Interregionali, con un servizio verso il centro di tipo suburbano. Storicamente erano presenti sul territorio nerviese anche le due fermate ferroviarie di Sant’Ilario (nota perchè citata in “Bocca di Rosa” di Fabrizio de Andrè) e di Cattaneo (nelle adiacenze del porticciolo).

Un posteggio taxi si trova nella centrale Piazza Pittaluga, raggiungibile dalla strazione ferroviaria tramite il Viale delle Palme.

Il Viale delle Palme, partendo dalla stazione ferroviaria attraversa il centro della delegazione.

GRAFICENTER SRL P.I.: 01713530994 16121 VIA LANFRANCONI 5/9 D GENOVA Telefono:010 8696670 fax:010 8696674